She’s Dead. Wrapped in Plastic.

Guarda qui l’intro dell’episodio pilota, in cui Margaret, la Signora Ceppo, anticipa un indizio legato al contenuto.

Spoiler Alert!

La voce di Pete Martell continua a risuonare nelle nostre teste. «E’ avvolta nella plastica». Igienico. Pratico. Presume premeditazione, poiché non è che uno porta sempre con sé  della plastica trasparente e del nastro adesivo per avvolgere cadaveri. Ma noi non siamo lo sceriffo Truman, che giunge a coerenti conclusioni basandosi sulla logica e sull’evidenza. Noi siamo Chet Desmond e il nostro compito è decifrare il codice di Gordon, cioè di David Lynch. Ancor prima che Pete faccia un fiato noi avremmo dovuto già sospettare il fattaccio. La prima immagine  che appare all’apertura dell’episodio pilota è la morte. Concesso il gesto dello scongiuro. Una statuetta raffigurante un cane, anzi due, o forse uno solo in due diverse posizioni. Insomma Anubi, il Dio Egizio dell’Oltretomba. L’aspetto di questa divinità è un incrocio tra il cane, lo sciacallo, la iena, la volpe ed il lupo, animali dall’aspetto simile che vivevano nel deserto e vicino ai cimiteri. Accanto al messaggio di morte, l’immagine di Josie si riflette nello specchio. Il primo personaggio che vediamo in Twin Peaks , non è Josie, ma quella Josie che si trova “Al di là dello specchio”, in un mondo di cui noi stessi siamo il riflesso temporaneo. Siamo noi ad essere il riflesso di qualcosa che esiste altrove o viceversa?

josieanubis

Ecco fatto: neanche tre secondi dopo aver iniziato a guardare Twin Peaks già ci assale il timore che si tratti di qualcosa che nessuno sceriffo Truman potrà mai risolvere. Chi vuole, un passo indietro: vi consiglio Fargo, lo amerete. Chi sceglie di restare invece è pregato di rispondere al telefono. Pete chiama Lucy che passa la comunicazione a Harry, mentre Sara chiama a casa del Maggiore Briggs prima e a scuola di Laura dopo. Infine chiama Leland che si trova al Great Northern Hotel.

pilot_051Insomma: la notizia corre sul filo. Ma come funziona un telefono? Le vibrazioni acustiche della voce vengono trasformate in variazioni di corrente elettrica, che trasmesse lungo il doppino telefonico giungono al ricevitore di un altro apparecchio, dove le variazioni di corrente sono riconvertite in vibrazioni acustiche e quindi in voce. Facile. Una vibrazione diventa elettricità e viceversa. Siete pronti per il discorso new age sull’energia dei corpi, le vibrazioni, l’aura eccetera eccetera?

scarpe audreyIo no, quindi rimandiamolo. Andiamo invece al Great Northern, da cui esce Audrey, che va a scuola con delle scarpe bruttissime. Eppure ad Alan Parker piacevano. Sì, sto parlando di quell’Angel Heart in cui De Niro è il diavolo che si riprende l’anima del povero Johnny, il quale non ricorda di aver mangiato il cuore di un marinaio per non pagare il suo debito. Ops, forse non l’avevate visto. Peccato, un bellissimo antecedente twinpeaksiano. Comunque in quel film si vedevano spesse quelle stesse scarpe da charleston. Bianche e nere. Guarda, due colori a caso. Nemmeno fossero due logge! Di sicuro sarebbero le scarpe di Lolita, comunque.

Procediamo. Entriamo nel Great Northern, dove due uomini d’affari, davanti al fuoco curano i propri interessi. Non è strano che Leland Palmer sia proprio in prossimità del fuoco in più di un’inquadratura? Gordon è un po’ come Hitchcock: ama gli spoiler. Ma arriviamo al punto. Il Great Northern ha qualcosa che ricorda un altro hotel: l’Overlook Hotel. Quei graffiti che ricordano i Nativi Americani sono ovunque. Ma è Shining ad essere ovunque in Twin Peaks. Perchè? Per omaggiare lo stesso Kubrick che aveva citato Eraserhead come il suo film preferito quando Lynch era ancora un esordiente.

pilot_166

shining_146

L’avete bevuta? Bravi. Altrimenti avrei dovuto spiegarvi che forse, dico forse, anche Shining è un codice. E forse, ma è improbabile, la presenza dei tanti riferimenti al film di Kubrick da parte di Lynch vuole rimandare al codice di Shining. Come e perchè Gordon abbia le chiavi del codice di Kubrick è l’ultima delle domande che dovreste farvi, se volete dormire la notte. Se poi non riuscite a resistere e volete saperne di più trovate l’infondata, risibile, fantasiosa teoria a proposito del “codice Shining” in questo articolo. Subito però una cosa vi sarò chiara: l’inquadratura in cui Leland compare circondato da disegni che ricordano l’Overlook Hotel lo collega inevitabilmente a Jack Torrance, che non aveva intenzioni proprio amorevoli nei confronti della sua famiglia, per colpa di quell’improvvisa, noiosa, possessione demoniaca, schizofrenia, doppia personalità o chiamatela come volete. Leland è però visibilmente disperato per la notizia. Così Sara Palmer, che appena non sente più parlare suo marito dall’altro capo del telefono intuisce che lo sceriffo Truman deve avergli detto qualcosa di terribile. Disperazione, eccetera, eccetera. La scena si sposta nel caffè in cui lavorava Laura, il Double R. Altro riflesso, altro doppio, altro “Twin”.

pilot_207tpep29_263La prima scena al Double R, quella in cui Shelly apostrofa Heidi , arrivata in ritardo al lavoro dicendo che la sua macchina non si metteva in moto,  con la frase “O stavi mettendo in moto il tuo ragazzo?” è importante. No, non sembra esserlo, almeno fino all’episodio conclusivo della seconda stagione. La prima scena al Double R è esattamente identica all’ultima scena al Double R.

Colpo di classe. Ma soprattutto un significato: c’è un anello temporale che incastra gli eventi, li riporta al punto di partenza tanto che diventa difficile dire cosa sia successo prima e cosa dopo. Quando è entrato Dale nella Loggia? Come è possibile che Dale sia chiamato a investigare sull’omicidio di Laura, se, ancor prima che Laura sia uccisa, Annie le comunica che il “buon Dale” si trova nella Loggia, come vediamo in quello che è comunemente definito prequel? Gia’. La teoria della relatività. Il campo unificato. La quinta dimensione. Il Paradosso temporale. Ecco. Questa è la spiegazione dei fatti accaduti a Twin Peaks. Accaduti nel mondo forse. Arrivederci. Ho corso troppo. Fate finta di niente e torniamo al Pilot. Riconoscimento del corpo da parte di Leland, tristezza nella scuola. Audrey si cambia le scarpe, per fortuna,  e le sue decolletè rosse ricordano terribilmente certe tende di una strana sala d’attesa. La polizia raggiunge Sara Palmer e raccoglie la sua testimonianza. Ancora disperazione e anche un gufo riflesso nello specchio. Come no? Eccolo. E’ piccolo ma c’è.

truman e il gufo

I Gufi non sono quello che sembrano, è ovvio. Ma neanche le oche. La simbologia legata all’oca è molto antica e risale, guarda un po’, alla mitologia egizia; ma, non ci credereste mai,  qualcuno sospetta che le divinità e la simbologia egizia siano state tramandate fino ai giorni nostri da simpatici gruppi di mattacchioni che, nelle divertenti teorie definite “del complotto”,  qualcuno chiama “Illuminti”, gestori del “Nuovo Ordine Mondiale” e bla, bla, bla. Ma chi ci crede a quelle stupide voci che circolano a proposito di questo ristretto gruppo di persone che  condiziona la vita del mondo, nascondendo enormi segreti e governando le menti con l’aiuto dei mezzi di comunicazione, primo fra tutti il cinema? Io no, e nemmeno voi. Però se proprio volessimo ipotizzare che le oche siano un simbolo esoterico per indicare “Superiorità dello spirito sulla materia”, allora sarebbe il caso di prestare attenzione alla loro presenza tra gli oggetti nello sfondo.

pilot_132pilot_049

Già che ci siamo sarà anche il caso di dare un’occhiata a quel vistoso Sole/Occhio che tutto vede dall’alto della pompa di benzina di  Ed. Ma forse è solo un omaggio di Ed a sua moglie che, sventurata, ha perso un occhio e quindi ne ha uno solo.

pilot_106pilot_114

pilot_121

Finalmente entra in scena Dale. No so voi, ma io a volte metto su il Dvd solo per guardare la scena in cui per la prima volta dice “Diane”. Ah (sospiro), l’amore. Sono le sette e mezza del 24 Febbraio 1989 e, nell’apprezzare la quantità di alberi presenti, che scopriremo essere i Douglas Firs, cita un suo concittadino, l’attore W.C. Fields, noto per il suo cinismo e l’avversione nei confronti della città di Filadelfia.  Gli alberi di Twin Peaks sono protagonisti di molte scene nella serie e nel film. Gli alberi sono vivi. La loro sezione rivela degli anelli. Ogni anello è un anno. Ricordatevelo. Ricordatevi sia del fatto che gli alberi sono vivi sia del simbolo circolare nell’indicare la loro età.  La prima tappa nel primo giorno di indagine è l’Ospedale in cui è ricoverata Ronnette, sopravvissuta appena alla violenza, che  probabilmente la collega all’omicidio di Laura. In occasione della loro visita all’ospedale, Cooper e lo sceriffo incontrano un uomo senza un braccio, ma, nel vederlo di sfuggita vengono catturati dal dottor Jacoby, che poco prima stava raccontando di una sua avventura con un pesce parlante. Gufi, oche e ora un pesce. Qui ci stiamo fino a domani. Riassumiamo così: In Egitto , fin dalla prima dinastia, si dipinse il mito o rito nel quale sacerdoti-pesci reggono infilata su una corda la pupilla del Sole, la fonte luminosa d’ogni crescita terrestre, facendola sorgere dalle tenebre. Il pesce simboleggia quindi la luce in potenza. Il geroglifico dell’iniziato è un pesce con due gambe e “avere la padronanza delle proprie gambe” nel Libro dei Morti significa essere illuminati. Anassimandro parla del pesce come progenitore dell’umanità e il pesce sarà detto figlio di Mitra e della pietra sacra. Sotto una luce a intermittenza, puntata verso il suo corpo, giace Laura Palmer mentre l’ispazione di Dale rivela la lettera R sotto le sue unghie.

pilot_215 (1)Le indagini procedono con il ritrovamento del diario, che sappiamo essere fondamentale per le ricerche. Possibile che, tra il 6 febbraio e il 23 febbraio, sul diario non ci fosse scritto quel “Il buon Dale è nella Loggia ” che Annie aveva suggerito a Laura qualche giorno prima in sogno, come si vede nel film “Fuoco Cammina Con Me”? Ne parleremo poi nell’articolo dedicato al film. Le dinamiche tra gli adolescenti che conoscevano Laura si fanno palesi. Non puo’ essere un caso l’omonimia tra le due coppie di “soci” Bobby/Mike studenti e Bob/Mike spiriti delle Logge.  Ecco un altro indizio che Gordon/Lynch vuole dare prima che la serie ancori si sviluppi. Così come il fatto che James, il motociclista  misterioso, ma non per noi, abbia un nome che inizia con la lettera J. Ovviamente la sceneggiatura richiede la presenza di un mistero, di persone sospettate dell’omicidio e di un elemento comune che sia discriminante per decidere chi merita il sospetto e chi no. Per questo la J diventa un elemento narrativo. Ma potrebbe essere anche  parte del codice di Gordon. Perchè la J e non un’altra lettera? Una lettera importante. Importante come Jehovah. Come Jesus. Forse quel che accade a Laura ha a che fare con forze superiori. Dale sarebbe d’accordo. Dopo il ritrovamento del pezzetto di carta su cui per la prima volta compare la frase “Fuoco Cammina Con me”, il codice di Gordon/Lynch torna a proporci un nativo americano, nel copricapo da Toro Seduto di Johnny, fratello di Audrey.

Schermata 2015-01-20 a 23.25.56

pilot_093

Come già dicevamo a proposito delle connessioni tra Shining e Twin Peaks, la presenza di elementi tipici della cultura dei Nativi Americani è massiccia e serve a chiarire quanto le leggende, di cui lo stesso Hawk racconta più volte, legate agli spiriti, alle anime, alle doti divinatorie, siano fondamentali per comprendere i fatti accaduti. Johnny guarda dentro una casa. Una tipica casa coloniale americana. Al suo interno ci sono più stanze e Johnny continua a fissare la camera da letto. Come fosse la camera di Laura, ad indicare la violenza domestica. Neanche abbiamo iniziato che Lynch già ci ha detto chi è l’assassino. In effetti l’episodio pilota, da solo, contiene già l’intero mistero e la soluzione. Contiene anche e soprattutto l’intero codice. Oche, pesci, gufi, cani. Ma più di ogni altro animale presente, cervi. Come il trofeo caduto dal muro e adagiato sul desk nella sala di sicurezza della banca dove Laura teneva il suo “tesoro”.

pilot_097Vi farò notare corna, teste di cervo, statue di cervo, dipinti di cervo. Cervi ovunque. Il problema è che questo crittogramma del codice sembra essere tanto fondamentale quanto occulto. Il primo rimando puo’ essere quello alla simbologia Egizia: le corna del cervo si rinnovano a ogni stagione. Qui le corna del cervo potrebbero indicare una situazione che si rinnova continuamente. Diana, la dea della caccia appariva sotto forma di un cervo. E non è un caso forse che le registrazioni di Dale fossero indirizzate a …ehm.. Diane! Eppure qualcosa non torna ancora. Che siano corna demoniache? Ci torneremo sul cervo e ci torneremo magari parlando di True Detective.

pilot_112Per ora Gordon ci dice che Shelly è in pericolo, poiché mentre guarda alla tv il servizio su Ronnette c’è una pistola puntata contro di lei, forse perché moglie di Leo Johnson. Nel backoffice della pompa di benzina di Ed, c’è una specie di statua raffigurante un orso che ha catturato un pesce. Avevamo già parlato degli orsi? Fondamentali per Kubrick in Shining, quindi vi rimando lì. Ed chiama sua moglie, che come tutti sappiamo ha un occhio solo, e che ha un gran daffare con certe tende. Le tende però sono troppo rumorose e si sa: se le tende devono nascondere qualcosa allora non si deve percepire il loro movimento. Insomma: se proprio  qualcuno volesse nascondere la verità attraverso delle tende, o meglio un sipario, dovrebbe farlo senza che nessuno se ne accorga, quindi silenziosamente. Arriviamo al punto in cui tutta la cittadinanza di Twin Peaks si riunisce per incontrare Dale per la prima volta. Ottimo. Si parte. A questo punto Gordon/Lynch ci ha prospettato il quadro della situazione, ora ci presenta i personaggi e poi decide che è tempo di fermarsi. Twin Peaks è ancora uno di quei posti al mondo in cui “giallo” significa ancora “rallentare”. Il rosso significa che non si puo’ passare. Bisogna fermarsi. Ma è anche il colore che significa “Attenzione!” A questo punto ci chiediamo: Lynch vuole che ci fermiamo nelle elucubrazioni o che prestiamo attenzione?

pilot_159pilot_160

pilot_161

Se dobbiamo prestare attenzione allora sarebbe ottimo capire cosa c’è raffigurato nel quadro appeso in camera di Donna Hayward.  Quadri e altri elementi di arredo sono importanti elementi del codice, ma assumono rilievo davvero solo quando appaiono più chiari. Quindi, se la stanza di Donna nasconde dei segreti, Gordon/Lynch non mancherà di ricordarcelo più avanti. Se invece quel che accade alle spalle della storia non è così importante allora sarà bene goderci la storia. Le baruffe tra Bob Mike e James; Donna e James che si uniscono in nome di Laura e che si scoprono innamorati; la Rodhouse e le sue tende rosse; la polizia che cerca di placare gli animi.

pilot_145

Ma prima che la giornata finisca ci sono ancora tre cose da dire. La prima riguarda una sorpresa per l’agente Cooper. Donuts (o doughnuts) freschi ogni sera. Un’imbarazzante scelta tra le ciambella impone comune una scelta tra percorsi circolari. E tutto fila di nuovo. «Siamo nel passato o nel presente?» Questa domanda non è nell’episodio pilota. Non è in nessun episodio e  neanche nel film. Ma poiché probabilmente avete già visto le famose scene inedite, ricomparse poco prima dell’annuncio della terza stagione in occasione dell’uscita del Box Set “L’intero Mistero”, non vi siete meravigliati di trovarla scritta qui.  L’eterno ritorno spiega “L’intero Mistero. Ma avremo tempo per perderci nel paradosso temporale.
pilot_155
Per adesso concentriamoci sui cani. O sui lupi. «Wendy? Sono il Lupo Cattivo!». Ancora Shining! Quando andrete a leggere a proposito di quanto Lynch si sia ispirato a quel film, il vostro eroe vi sembrerà un dilettante se confrontato a Kubrick. Homo Homini Lupus. L’uomo è un lupo tra gli uomini. Istinto, egoismo, sopraffazione: questo regola i rapporti umani. Non c’è amore che possa salvarci. L’amore non salva Josie. Non salva Laura. Non salva Caroline e forse non salva neanche Annie. Almeno non ancora, poiché fino a quando Dale non uscirà dalla loggia Windom Earle la rapirà ancora, e ancora, e ancora. Bene, l’ultima cosa da dire: l’assassino ha due volti e per la fine dell’episodio pilota Gordon/Lynch ce li avrà mostrati entrambi.  Buonanotte.

pilot_178

8+

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *